I bambini e i cavalli

L’equitazione è uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria dei più giovani, sviluppando inoltre un forte senso di responsabilità e lealtà. Il punto di forza di questa pratica sportiva, è rappresentata proprio dal cavallo che, a differenza degli strumenti inanimati utilizzati nelle altre attività ludico – ricreative, è vivo, si muove, reagisce, sente e pensa: questo stimola il bambino a stabilire un rapporto non solo fisico con il proprio compagno ma anche enfatico.

Per imparare a stare in sella e cavalcare in equilibrio, è necessario entrare in sintonia con il cavallo e con il suo movimento, con un grande apporto di stimoli per la muscolatura, la coordinazione e il senso dell’equilibrio.

Il cavallo è esente da ogni forma di giudizio e pregiudizio, e il bambino può vivere la sensazione di essere completamente accettato. Attraverso il gioco con l’animale si favorisce l’acquisizione del senso di responsabilità: un essere vivente che dipende da noi e dalle nostre cure, esige una presa di coscienza dei nostri doveri. In questo senso un animale può essere un efficace supporto alla crescita e alla maturazione di un bambino, uno stimolo valido per riacquisire una immagine positiva di sé e del proprio valore.